Storia del fax: Evoluzione dalle origini all’era di internet

Il primo fax commerciale è stato creato più di 150 anni fa, gli apparecchi odierni si affidano in gran parte alla stessa tecnologia.

Oggi spiegherò la storia degli apparecchi fax e ti dirò perché questa storia non è affatto vicina alla completezza.

 



Bain invia il primo fax al mondo

Alexander Bain

Inventore scozzese Alexander Bain inventore del primo fax, brevettato nel 1843.

Il primo fax al mondo è stato inviato da un uomo di nome Alexander Bain. Usando la tecnologia rudimentale in un’epoca precedente all’utilizzo di elettricità, Bain era comunque in grado di inviare un’immagine via cavo telefonico.

Ecco come Bain è riuscito!

Ha sincronizzato il movimento di due pendoli attraverso un orologio. Questa sincronizzazione ha aiutato a scansionare accuratamente un’immagine riga per riga.

Dopo essere stato scansionato, quell’immagine è stata trasferita su un cilindro. Il cilindro è stato quindi in grado di riprodurre quell’immagine utilizzando la sincronizzazione del pendolo.

Secondo gli standard odierni, i primi fax di Bain erano di qualità e  ma con risoluzione molto scadente. Nel 1846, tuttavia, riuscì a stupire tutta la comunità, avviando il primo passo verso questa nuova tecnologica.

Dopo qualche anno, i miglioramenti negli orologi, una regolazione sempre più costante della corrente elettrica, una stampa sempre più qualitativamente migliore, aiuto questa nuova tecnologia a diffondersi più rapidamente.

La parola “fax” non è mai comparsa nel brevetto. L’autore del brevetto scelse invece di usare la parola “stampa elettrica”. Tuttavia, durante questo periodo di tempo, le riproduzioni inviate tramite varie tecnologie “fax” erano chiamate “facsimili”, da cui proviene la parola “fax”.

Alexander Bain Aberdeen, 11 giugno 1818 – 18 settembre 1903).

 



 

Bakewell produce la prima macchina fax al mondo

Il dispositivo di Bain era tecnicamente un fax. Tuttavia, se oggi guardassi la macchina, non avrei mai immaginato che fosse un fax.

Frederick Bakewell

Fisico Inglese che ha migliorato il concetto di macchina per fax introdotta da Alexander Bain

Il fisico inglese di nome Frederick Bakewell vide la macchina di Bain e pensò che avrebbe potuto migliorarla. La sua invenzione nuova e migliorata debuttò alla World’s Fair del 1851 a Londra, si tratta  una grande mostra internazionale progettata per mostrare i successi.



Il fisico sostituì i pendoli di Bain con dei cilindri rotanti e usò una stilo per copiare e riprodurre l’immagine.

Se si osserva la macchina di Bakewell, sembra una versione antica del moderno fax di oggi. Tuttavia, il dispositivo non ha mai ottenuto un’adozione o un successo diffuso a causa della sua scarsa qualità di riproduzione e della scarsa utilità.

Considera, perché nel 1851 dovevi acquistare un fax quando nessun altro al mondo ne possiede uno!

Frederick Collier Bakewell (29 settembre 1800 – 26 settembre 1869)

 

 



Primo dispositivo fax al mondo

Nonostante tutte le migliorie che Frederick Bakewell apportò al dispositivo, il fax non ebbe mai successo in quel periodo. Tuttavia, Giovanni Caselli, fisico italiano a cui è stato attribuito il merito di aver creato la prima operazione di fax commerciale al mondo, denominata Pantelegraph, fece qualcosa che nessun altro apparecchio fax aveva fatto fino ad oggi.

 

Mentre Caselli insegnava fisica all’Università di Firenze, trascorreva gran parte della sua ricerca sulla tecnologia telegrafica di trasmissione di immagini, oltre a semplici parole.

Giovanni Caselli (Siena, 25 maggio 1815 – Firenze, 5 ottobre 1891)

 

 

Perché mai non è stato chiamato il Pantelegraph invece di fax?

Il “pantografo“,  era una macchina usata per copiare disegni e parole, il “telegrafo” è in grado di trasmettere dati su lunghe distanze. Il Pantelegraph ha utilizzato entrambi questi dispositivi per fornire servizi di fax alle aziende e ai privati ​​in Europa.

Il segreto del successo del Pantelegraph era il suo uso di due orologi. C’era un orologio di regolazione sul fax e un altro sulla macchina ricevente. Questa sincronizzazione permetteva al Pantografo di trasmettere dati ovunque, dove esisteva un cavo telegrafico.

Dopo pochi anni, questo sistema vennero installati tra le principali città europee. Il primo sistema di trasmissione fu costruito tra Parigi e Lione, in Francia, nel 1865. Due anni dopo, lo stesso sistema fu esteso a Marsiglia.

Dieci anni dopo, il mondo delle comunicazioni ha vissuto un altro momento rivoluzionario: Alexander Graham Bell ha inventato il telefono. L’installazione diffusa della cavistica telefonica cambierebbe per sempre l’industria delle macchine fax.

 

Alexander Graham Bell

Bell si dedicò a molte altre invenzioni, apportando contributi pionieristici sulle telecomunicazioni ottiche, idroelettriche e aeronautiche. Ricordato soprattutto per l’invenzione del telefono.

Alexander Graham Bell (Edimburgo, 3 marzo 1847 – Beinn Bhreagh, 2 agosto 1922)

I miglioramenti della tecnologia fax

L’inizio del secolo è stato un momento emozionante per  tutte le innovazioni e le invenzioni del periodo.

Allo stesso tempo, la tecnologia delle macchine fax è iniziata ad espandersi. Ispirati dal successo di Caselli, gli inventori hanno cercato di modificare e sintonizzare il Pantelegraph per soddisfare le esigenze di aziende e privati ​​di tutto il mondo.

 

Ecco alcuni dei principali inventori di macchine fax del secolo:

Shelford Bidwell

Introdusse principali miglioramenti con un’importante passo avanti nella tecnologia delle macchine fax. Invece di inviare dati via cavo telegrafico, Bidwell ha creato un fax alimentato da celle di selenio e quindi ha collegato il dispositivo a un filo telefonico. Nel 1881, il suo lavoro è stato pubblicato su Nature, dove è stato chiamato “Tele-Photography“.

 

Shelford Bidwel

Fisico inglese e inventore. precursore del moderno fax

 

Shelford Bidwell (6 marzo 1848 – 18 dicembre 1909)

 

 

Edouard Belin

L’inventore svizzero Edouard Belin ha creato il Belinografo. Il Belinografo ha inviato le immagini su entrambi i fili telefonici e telegrafici. La sua maggiore innovazione riguardava il modo in cui scansionava le immagini per la trasmissione. Proprio come gli odierni apparecchi fax, il Belinographe scansionò l’immagine e registrò l’intensità della luce punto per punto. Poiché le informazioni potevano viaggiare sia attraverso le reti telefoniche che telegrafiche, il Belinografo era in grado di raggiungere località geografiche distanti in brevi periodi di tempo.

 

Edouard Belin

Édouard Belin con su Belinógrafo.

 

Édouard Belin (5 marzo 1876 – 4 marzo 1963)

 

 

Elisha Gray

Inventò la telescrivente. Come avrete intuito dal nome, la teleautograph era un dispositivo rivoluzionario per autografi e firme. Invece di dover spedire documenti importanti avanti e indietro, uomini d’affari e politici sono stati in grado di inviare firme verificate tramite teleautografo. Ciò ha reso il mondo un posto significativamente migliore per il settore bancario, i grandi affari, la politica e altri settori.

Sorprendentemente, l’azienda originale Teleautograph Corporation, è sopravvissuta fino al 1999 quando è stata acquistata da Xerox. Ovviamente, il teleautografo ha fatto molto più che trasmettere le firme. Chiunque può sedersi su una macchina, scarabocchiare una firma o un’immagine su un pezzo di carta e farla apparire a Chicago, a New York, a Los Angeles o in altre città in tutta l’America e qualche capitale Europea.

 

Elisha Gray

Il telautografo, precursore analogico del moderno telefax

 

 

Elisha Gray (Barnesville, 2 agosto 1835 – Newtonville, 21 gennaio 1901)

 

Richard H. Ranger

Gli altri nomi in questa sezione hanno fatto grandi progressi tecnologici per il settore. Tuttavia, fu Richard H. Ranger che introdusse veramente il fax. Ranger era un ingegnere elettrotecnico americano il più famoso per aver trasmesso la prima fotografia attraverso l’oceano usando la tecnologia radio. Il dispositivo di trasmissione è stato chiamato il fotoradiogramma wireless, nel 1924, l’invenzione inviò con successo un primo messaggio transoceanico da New York a Londra.

Dopo pochi anni,  fu’ introdotto l’uso commerciale, il suo lavoro era simile al lavoro di Arthur Korn, che in precedenza aveva trasmesso un’immagine del Papa dall’Italia al Maine.

 

Richard H. Ranger  (13 giugno 1889 – 10 gennaio 1962)  Indianapolis

Arthur Korn (20 maggio 1870 – 21 dicembre / 22 dicembre 1945, Breslau Germania

 

 

Arthur Korn

Ha partecipato alla creazione del fax, in particolare nella trasmissione di teleobiettivi.

Rudolf Hell

Creò una telescrivente denominata Hellschreiber, nome completo Typenbildfeldfernschreiber, il nome significa semplicemente “penna ottica” in tedesco ed è stato un precursore degli odierni fax odierni.

Rudolf Hell

Rudolf Hell: 19 dicembre 1901 – 11 marzo 2002

 

L’Hellschreiber fu inventato da Rudolf Hell negli anni ’20 e ’30. Ovviamente, gli anni 1920 e 1930 fù un periodo unico nella storia tedesca e il regime di Adolf Hitler finì per usare l’Hellschreiber per comunicare con le truppe durante la seconda guerra mondiale. Ha giocato un ruolo nel famigerato sistema di crittografia Enigma, ad esempio,  contribuiva a diffondere la propaganda nazista in tutta Europa.

Dopo la guerra, l’Hellschreiber fu usato per scopi molto diversi. Ad esempio, era popolare tra i comunicati stampa e le agenzie giornalistiche del periodo. Rimase in uso fino agli anni ’80 tra gli operatori radiofonici e le varie agenzie di stampa.

La principale innovazione dell’Hellschreiber è stata la descrizione di pagine di testo utilizzando una serie di pixel. Una griglia 7 × 7 rappresenterebbe una lettera dell’alfabeto, e un lettore elettronico tradurrebbe tutte le lettere su una pagina di testo in dati binari che potrebbero essere inviati tramite linea telefonica.

Hellschreiber

Hellschreiber utilizzato dalle truppe per comunicare durante la seconda guerra mondiale.

Radio Fax

Radiofax è stata la prima grande invenzione che ha visto la parola “facsimile” abbreviata in “fax”. Radiofax è stato creato negli anni ’50 e si basava sulla tecnologia di trasmissione dell’immagine creata da Richard Ranger e Arthur Korn.

Le macchine Radiofax sono ancora oggi molto usate.

Utilizzate per trasmettere informazioni meteo e carte marittime in tutto il mondo. Quando la tecnologia fu inventata per la prima volta negli anni ’50, attraverso la telefonia fissa per diffondere le carte meteorologiche. Mentre la tecnologia si espandeva a livello internazionale, faceva affidamento sulla radio HF.

Oggi Radiofax può essere conosciuto con due nomi intercambiabili: HF Fax e Weatherfax. Indipendentemente da come lo chiami, questa tecnologia ha reso più sicuri i viaggi internazionali marittimi, condividendo anche istantaneamente i dati meteo di tutto il mondo.

Fax a colori

Herbert E. Ives era uno scienziato americano che ha compiuto molte grandi cose nella vita – ha eseguito un esperimento che ha confermato la teoria della teoria della relatività speciale di Einstein, ad esempio, e ha svolto un ruolo chiave nel campo ottico americano.

Il fax era solo una delle sue molte passioni. Nel 1942, ha trasmesso il primo fax a colori al mondo. La tecnologia avrebbe infine svolto un ruolo chiave nelle prime trasmissioni televisive.

Herbert E. Ives

Scienziato e Ingegnere che ha guidato lo sviluppo di sistemi fax nella prima metà del XX secolo.

 

Herbert Eugene Ives (Filadelfia, 1882 – Montclair, 1953)

 

 

Possiamo ringraziare Ives sia per il fax a colori che, indirettamente, per la televisione a colori. Era un visionario nel mondo della comunicazione.

Xerox crea la prima macchina fax commerciale al mondo

Tutti gli inventori sopra elencati hanno spianato la strada a Xerox, una delle più grandi aziende produttrici di stampanti, fotocopiatrici e fax. La società di fax più nota al mondo ha creato qualcosa chiamato Long Distance Xerography, o LDX, nel 1964.

 

Long Distance Xerography

xerografia o l’ elettrofotografia è una tecnica di fotocopiatura a secco

 

LDX era notevolmente simile agli odierni fax. In sei minuti, LDX poteva trasmettere un documento di dimensioni medie in qualsiasi parte del mondo tramite linee telefoniche.

Nazioni industrializzate come l’America, il Giappone e la Germania adottarono rapidamente questa tecnologia. Mentre le prime macchine LDX erano incredibilmente grandi per gli standard odierni, Xerox ha continuato a modificare il design fino a raggiungere le unità di dimensioni medie che vediamo oggi.

 

Standard mondiali nella tecnologia di invio di fax

Nel corso della storia, il mondo legale ha costantemente giocato al “recupero” con il mondo della tecnologia. Diverse regioni del mondo usano standard diversi per molti dispositivi tecnologici: alcune regioni usano CDMA o GSM per dispositivi mobili, ad esempio, mentre altre regioni usano elettricità a 110 V anziché a 220V.

L’industria del fax, d’altra parte, ha adottato un unico standard mondiale. Non c’era motivo per cui un apparecchio fax prodotto in Giappone non fosse in grado di comunicare con un apparecchio fax prodotto in Sud Africa.

Tale norma ha incoraggiato le nuove società di fax a entrare nel mercato e ha portato all’adozione diffusa di fax in tutto il mondo. Negli anni ’80, le macchine fax erano assolutamente vitali per le imprese nazionali e internazionali in ogni paese del pianeta.

 

Invio di fax contro Internet

Negli anni ’80, l’internet era solo una debole luce all’orizzonte. Stava diventando sempre più popolare, ma si trovava ancora ad affrontare una copertura e un uso limitato. Ecco perché il fax è rimasto lo strumento di comunicazione più popolare per le lunghe distanze.

Come tutti sappiamo, questa disparità non durerebbe a lungo. Mentre Internet diventava più popolare, l’uso della macchina fax diminuiva. C’erano ancora molte buone ragioni per usare un fax, ma l’e-mail è diventato il modo migliore per inviare un messaggio veloce da un capo all’altro del pianeta.

Prevedendo l’avvento dei computer e di Internet, Xerox ha iniziato a includere il collegamento Ethernet sui propri fax negli anni ’80.

La fine degli anni ’90 e l’inizio degli anni 2000 furono la fine del periodo di massimo splendore dei fax. Tuttavia, i primi inventori di fax hanno influenzato il nostro mondo in un numero considerevole di modi. Hanno svolto un ruolo nell’ottenere la televisione a colori in ogni casa, ad esempio, e hanno aperto la strada a molteplici tipi di tecnologie di comunicazione di massa. Dalla radio alla televisione alla tecnologia delle firme elettroniche, possiamo ringraziare il facsimile e i suoi inventori per un sacco di cose che diamo per scontate.

 

Cosa riserva il futuro alle macchine fax?

Alcuni dicono che il futuro sembra triste per gli apparecchi fax. In che modo i fax possono competere in un mondo con e-mail e cloud storage?

I fax non sono così popolari come un tempo. Tuttavia, ciò non significa che siano pronti a scomparire. I fax continuano a svolgere un ruolo chiave nel settore legale, dove le firme faxate spesso valgono più delle firme che sono state trasferite digitalmente.

 

Il futuro del fax è nell’invio di fax online.

Il fax online rimuove l’inconveniente dall’invio del fax con procedura cartacea e in pratica lo trasforma in un sistema basato su e-mail. Invece di recarsi all’ufficio o alla tabaccheria, basta inserire un documento fisico nel vassoio della macchina, digitare un numero e attendere che il fax completi la scansione e la trasmissione, gli utenti di fax online possono semplicemente creare una nuova e-mail, allegare un documento e guardare quell’e-mail si trasforma magicamente in un fax pronto da inviare a qualsiasi dispositivo connesso a Internet.

Questo è il futuro del fax,  quel futuro non sparirà presto, magari come da storia cambierà solo la tecnologia, ma l’utilizzo sarà sempre il medesimo.

 

Ecco i migliori servizi disponibili per invio del fax online

 



ultima modifica: 2018-05-21T14:24:11+00:00

Potrebbero interessarti anche...