Curiosità: Tradizioni di Natale nel mondo



Il Natale è uno degli eventi più importanti e più attesi in tutto il mondo. In questo giorno, i cristiani celebrano la nascita del Figlio di Dio, questa festa è piena di tradizioni e doni, la più attesa tra grandi e piccini.

I Cattolici e Protestanti celebrano il Natale la notte del 24/25 Dicembre, gli ortodossi tra il 6 e il 7 Gennaio. La differenze tra queste date è dovuto dal diverso tipo d’utilizzo del calendario, Gregoriano e Giuliano.

Si differenziano anche per le tradizioni natalizie e per il festeggiamento dei diversi popoli. Ma in ogni caso per entrambi è considerato un giorno di festa lavorativa e scolastica.

A proposito di questo, vedremo come si è arrivati al festeggiamento del Natale e come si può trascorrere una vacanza gioiosa, descriveremo come si celebra il Natale nel mondo.



La storia della celebrazione del Natale


Il giorno dell’avvento per la religione cristiana è associato con la nascita di Gesù. Per consolidare la gente al rispetto della festa religiosa, i primi cristiani collegarono il Natale al calendario. Ad esempio, l’usanza di fare regali o per decorare l’albero di Natale è apparso molto prima di tutte le religioni moderne. Alcune tradizioni nascono dal antiche tribù Germaniche e Celtica precristiana, che celebrano Yule, era una festa del solstizio d’inverno.

Natività
Rituali Cristiani del Natale derivano da credenze pagane

I romani in questo periodo festeggiavano Saturnalia, un ciclo di festività dedicate all’insediamento nel tempio del dio Saturno, dio dell’agricoltura e della fertilità. Gli antichi Slavi onoravano Kolyada, miti ed eroi incarnavano l’inizio di un nuovo anno con canti natalizi e lodi ai maestri ricchi, per augurare un buon auspico di raccogliere un raccolto abbondante e mantenere il benessere in casa e in famiglia. In tutte le popolazioni antiche la festa veniva tratta in maniera diversa, con tradizioni che sono state conservate per parecchio tempo sotto forma di rito.

Ma torniamo alla interpretazione cristiana del Natale!

L’anno esatto (e ancor di più la data specifica) della nascita di Gesù, gli storici ancora non hanno determinato con esattezza.

Le stesse date non vengono nemmeno menzionate nella Bibbia. Dal momento che le informazioni sulla nascita di Cristo sono imprecise e contraddittorie, il Natale è stata programmata per il solstizio d’inverno.

In molte religioni antiche quel giorno simboleggiava la nascita o la resurrezione degli dei: Dioniso, il santo patrono della vinificazione in Grecia, il sovrano degli inferi Osiride in Egitto, il dio del sole Mitra a Roma. Inizialmente, questo giorno segna la nascita e il battesimo di Gesù, una doppia celebrazione chiamato Teofania. Nel corso del tempo, poi le celebrazioni si sono distinte in due date diverse.



Tradizioni cristiane


Per la religione Ortodossa, la festa è preceduta da Advent. Due settimane prima del Natale sono dedicati alla memoria degli antenati e dei parenti di Gesù. Un ruolo importante è svolto negli ultimi cinque giorni prima del Natale, consiste nel leggere preghiere e celebrare le novene.

Festeggiamenti del Natale 2017 nel mondo
La ricca tradizione della Natività

I cristiani celebrano la vigilia di Natale il 24 dicembre, gli Ortodossi il 6 gennaio.

Tutte le denominazioni, di questo giorno è dedicato alla preparazione per il giorno di Natale. Nella religione Ortodossa; vi è una consuetudine di astenersi dal cibo, (digiuno) fino a quando la prima stella associata con la storia biblica della Stella di Betlemme, indicò il cammino dei Re Magi verso la capanna dove era nato Gesù bambino.

Tradizioni popolari del Natale


Natale è associata con una varietà di rituali.
Festa tradizionale è venuto a noi in eredità dai nostri antenati, come l’intreccio di della festa Cristiana e i riti pagani. Ancora oggi in alcuni villaggi, si trasmettono di generazione in generazione.

La Vigilia di Natale era e rimane un momento di misericordia. Le persone ricche condividono il cibo con i poveri e con i malati, ed aiutano i bisognosi.

Presepe di Natale
Una delle Tradizioni del Natale è realizzare il presepio


La cena di Natale


La cena della vigilia di Natale (24 dicembre) si preparano dei menù con piatti tradizionali.

  • Antipasti di Mousse di gamberetti, Cavolfiore fritto e Crostini con Salmone affumicato;
  • Primi Piatti con Risotto allo Champagne e il Pasticcio di Natale;
  • Secondi Piatti con Bistecche di Vitello con funghi;
  • Dolci come Torta al Cioccolato, Torrone, Pandoro, Panettone e Zeppole di Natale.

In Italia i principali secondi piatti sono rappresentati con carne e latticini, principalmente con carne di maiale: salsicce, gelatina, patatine fritte con polenta, prosciutto cotto, pancetta.

Durante la celebrazione della festa del Natale, ogni regione possiede il proprio piatto tipico, molti piatti sono diffusi in tutta la nazione e anche nel mondo, come ad esempio il torrone è nato nel 1441 a Cremona, creato come dolce per il pranzo nuziale, avrebbe avuto la forma del Torrazzo, il campanile della cattedrale cremonese, oggi è diffuso in tutta Europa.

Oppure come il classico Panettone, uno fra i dolci più caratteristici della tradizione italiana, nato dalla cucina di Ludovico il Moro, la storia del dolce nasce proprio per la vigilia di Natale; preparato per il banchetto ducale viene bruciato, Toni, allievo del maestro cuoco, rimpasta il tutto aggiungendo del lievito, della farina, delle uova, uvetta e canditi, fino a ottenere un impasto soffice e molto lievitato.

Il risultato è un successo strepitoso, che Ludovico il Moro intitola “Pan de Toni” in omaggio al creatore.

Ma la vera festa inizia solo il giorno successivo il giorno di Natale (25 dicembre).

Dolce caratteristico per la festa di Natale
Piatto principale per la festa di Natale

 

Durante la settimana che precede la vigilia del Natale, i giovani cantano lodi natalizi per glorificare la nascita di Gesù. In alcune regioni si organizzano rappresentazioni con balli rivivendo la nascita del Salvatore, utilizzando anche costumi caratteristici basati sulle storie bibliche, impersonando i classici personaggi del presepe.



Come si celebra il Natale nel mondo?


Praticamente ogni paese possiede piatti tipici Natalizi, ma tralasciando i menù di Natale vediamo come si festeggia il Natale nel mondo.

Usi e tradizioni del Natale baciarsi sotto albero
E' consuetudine per Natale baciarsi sotto l'albero addobbato.


Speciale Natale


Pps Animati
Frasi Auguri
Immagini Gif
Cartoline
Disegni Natalizi
Sfondi Natale e Capodanno
Biglietti Auguri

  • Regno Unito i residenti illuminano la notte del Natale le proprie abitazioni con luci e decorazioni esterne, la celebrazione viene chiamata “la notte delle candele“. Le case sono decorate con rametti di sempreverdi: vischio, edera, agrifoglio. I britannici preparano la cena con la consueta meticolosità. Sul tavolo ci sono sempre il maiale al forno, pane di Natale e, naturalmente, il leggendario budino.
  • Germania durante le vacanze invernali nella zona di città tedesche si trasformano in vera e propria fiera medievale. Per le strade di Monaco di Baviera passa processione terrificante con dei diavoli con la fuliggine spalmate sui volti della gente. La gente non possono fare a meno di pan di zenzero e del vin brulé. Per la cena di Natale tradizionalmente viene servito l’arrosto con prugne e mele.
  • Francia ci sono due personaggi principali di Natale: “Babbo Natale“, a volte chiamato Papa Noël ( “Papà Natale“) porta dei regali per figli obbedienti. Secondo la tradizione, la notte di Natale i bambini prima di andare a letto, lasciano le loro calze appese al caminetto piene di carote. Père Noël prende le offerte e, se il bambino è stato buono, lascia dei regali.

    Père Noël è talvolta confusa con un altro personaggio. In Belgio, in Svizzera, e in Europa orientale c’è una tradizione parallela che si celebra per San Nicola, il 6 dicembre, che esiste anche in diverse parti della Germania ( Knecht Ruprecht o Belsnickel ), Austria ( Krampus ), in Belgio ( Zwarte Piet in olandese, le Père Fouettard in francese). le Père Fouettard è una figura sinistra vestito di nero che accompagna San Nicola e sculaccia i bambini che si sono comportati male.

    In Argentina , l’Uruguay e il Brasile , a causa dell’influenza della cultura francese nel 19° secolo, il nome del Papa Noël è stato adottato, opponendosi ad esempio il nome di Pai Natal. La cena del Natale comprende sempre una torta al cioccolato di Bush de Noel.

  • Repubblica Ceca, la gente di questo paese, come tradizione natalizia utilizza la carpa fritta con insalata di patate. Inoltre, alla vigilia di Natale la gente di Praga passeggia alla riva del fiume Moldava per acquistare il pesce dai venditori ambulanti.
  • In Ucraina, si pensa che la vigilia di Natale nelle proprie abitazioni le anime dei parenti defunti tornano per recare visita. Per commemorare questo onore in un angolo della casa viene collocato del grano, delle segale e dell’avena.

Come festeggiare il Natale, ognuno decide per se stesso. L’importante è farlo con pace, armonia e amore. Valori che contraddistinguono e sono comuni in tutto il mondo.







 

© riproduzione riservata
ultimo aggiornamento: