Come risolvere i problemi con il Router

Non sempre la connessione Wi-Fi va come dovrebbe: del resto router e access point utilizzano frequenze molto affollate, quindi soggette a interferenze e disturbi. Eppure bastano pochi e semplici accorgimenti: disporre l’access point dove le onde si propagano meglio, evitare materiali che assorbono le onde, cambiare l’antenna, aggiornare il firmware del router, usare ripetitori e così via.

connessione wi-fi

Eliminare le interferenze dal Wi-Fi



Se avete applicato tutti i suggerimenti ma la connessione Internet Wi-Fi è ancora instabile, il problema potrebbe avere una causa diversa. Usate un cavo per collegare il PC direttamente alla presa LAN del router Wi-Fi: se i problemi di navigazione sul Web rimangono, può esserci un difetto della linea ADSL, del computer o della sua scheda radio Wi-Fi.

È normale ottenere una velocità di scaricamento peer to peer un po’ più bassa rispetto alla connessione cablata, perché il protocollo Wi-Fi ha tempi morti ogni volta che si inverte la direzione della trasmissione dei dati passando da Internet verso il PC e viceversa, mentre il cavo di rete usa conduttori elettrici separati che non hanno nessun ritardo. Se però il rallentamento è esagerato, il router potrebbe avere bisogno di un aggiornamento del firmware.

Nei modelli 802.11n i tempi morti sono più brevi.

Se il programma peer to peer segnala che le porte sono chiuse, bisogna programmare meglio il firewall del router oppure inserire l’indirizzo IP privato del computer (cioè quello del tipo 192.168.x.x) nella maschera del pannello di configurazione del router chiamata “Special host” o “Virtual DMZ”.

Connessione Wi-Fi instabile

Sicurezza della connessione wi-fi

Per evitare che intrusi si colleghino al PC o alla connessione Internet, rallentando il funzionamento, è importante attivare le password di accesso. Se il router è un modello recente, attivate la password di sicurezza nella modalità chiamata “WPA2” con algoritmo di cifratura AES, che è il più sicuro.

Se PC e periferiche Wi-Fi non sono recentissimi e non lo supportano, anche “WPA” con algoritmo di cifratura TKIP è sufficiente. La password deve essere lunga e complessa.

Una breve frase con lettere maiuscole, minuscole e numeri è un valido compromesso tra sicurezza e praticità.



 

Parametri Router da configurare in base all’operatore di provenienza

Infostrada
Protocollo: PPPoE
Incapsulamento: LLC
VPI: 8 – VCI: 35
Modulazione: Multimode
Username: fornita con il contratto
Password: fornita con il contratto

Alice/Tim
Protocollo: PPPoE
Incapsulamento: LLC
VPI: 8 – VCI: 35
Modulazione: Multimode
Username: aliceadsl
Password: aliceadsl



Vodafone
Protocollo supportato: PPPoE (se non supportato: PPPoA)
VPI: 8 – VCI: 35
Incapsulamento: LLC (se non supportato: VCMUX/NULL)
Modulazione: Multimode
Protocollo di autenticazione: PAP o CHAP
MTU: 1492 (o 1432)
PPP UserName e PPP Password è necessario inserire i dati che hai ricevuto tramite SMS o lettera

Tiscali
Protocollo: PPPoA
Incapsulamento: VCMUX/NULL
VPI: 8 – VCI: 35
Modulazione: Multimode
Username: fornita con il contratto
Password: fornita con il contratto

Fastweb
Protocollo: IPoE (noto anche come RFC 2684 Bridged o RFC 1483 Bridged)
Incapsulamento: LLC
VPI: 8 – VCI: 36
Modulazione: Auto
Username: lasciare il campo vuoto
Password: lasciare il campo vuoto

Ricorda, per il corretto funzionamento del Router è necessario impostare nella configurazione della rete Lan, il protocollo TCP/IP in modo che l’indirizzo IP e l’indirizzo DNS vengano assegnati AUTOMATICAMENTE.





Pubblicato: 2017-05-05T09:32:06+00:00

Potrebbero interessarti anche...