Ricette secondi piatti della cucina italiana

ricette secondi piatti della cucina italiana

 

Le ricette dei secondi piatti della cucina italiana: gli ingredienti, le dosi e la preparazione



Spezzatino di coniglio al Limone

spezzatino di coniglio al limone

Dosi per 4 persone

  • coniglio di 1 kg circa;
  • 1 cipolla, 1 carota e 1 costa di sedano;
  • 3/4 bicchiere di vino bianco secco;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • timo;
  • 1 ciuffo di prezzemolo e uno 1 spicchio d’aglio;
  • 1 limone;
  • olio d’oliva q.b.;
  • sale.

Preparazione:

Pulite il coniglio e tagliatelo a pezzi. Subito dopo tritati grossolanamente la cipolla, la carota e il sedano.

Coprite con il trito il fondo di una pirofila unta d’ olio, aggiungete l’aglio e i rosmarino (che avrete u precedenza tritato) e il timo, quindi sistemate i pezzi di coniglio. Salate, bagnate con il vino e passate in forno già caldo (200 C) per circa 1 ora.

Quando mancano 5 minuti al termine della cottura spruzzate il coniglio con i succo di limone. A cottura ultimata togliete dal forno e spolverizzate con il prezzemolo tritato e servite. La carne di coniglio è ricca di proteine nobili; mentre scarso è il contenuto di sodio, perciò è meglio indicata per chi soffre di ipertensione. Sarebbe una buona abitudine consumarla almeno una volta alla settimana.

 

ROAST BEEF

roast beef

Dosi per 4 persone



  • 8OO g di carne magra di manzo (scannello, lombata, controfiletto);
  • 2 cucchiai di olio d’oliva;
  • sale.

 

Preparazione:

E’ una preparazione abbastanza semplice da fare, ma bisogna avere lo spiedo o un buon forno.

II segreto sta in questo.ricetta secondo piatto: Agnello in crosta



Legate la carne con un filo incolore di cotone, infilate l a carne nello spiedo o, in mancanza di esso, adagiatela in una teglia stretta ovale e mettetela in forno preriscaldato a 200 C.

Sullo spiedo mettete la sola carne e pennellatela con olio, niente sale per ora (lo aggiungerete a fine cottura).

Se invece dovete utilizzare la cottura in teglia, mettete l’olio e la carne, infornate, salate la carne su ogni lato e continuate la cottura non superando i 30 minuti. La carne deve risultare molto rosolata all’esterno e rosea all’interno. l roast beef è ottimo servito caldo ma stupendo anche freddo. È uno dei piatti più pregiati, non solo perché costoso, ma anche da un punto di vista dietetico alimentare.

Ricordate che il roast beef scaldato diventa un’altra cosa: perde molto in presentazione e gusto, per cui va servito o appena fatto o freddo.

Se ne avanzate, potrete utilizzarlo tagliato a fettine o dadini e condito con olive, capperi, olio e limone: è stupendo.

 

 Vitello ai due Cuori

 vitello a due cuori

Dosi per 4 persone:



  • 600 g. di spezzatino;
  • 300 g. di piselli sgusciati;
  • 300 g. di carote;
  • 100 g. burro;
  • 1 manciata di prezzemolo tritato;
  • 1 pizzico di maggiorana;
  • olio q.b.
  • 1 cipolla;
  • farina bianca;
  • vino bianco secco (ALTO ADIGE MOSCATO GIALLO);
  • sale e pepe.

Preparazione:

Affettate la cipolla e fatela dorare in una casseruola con un pò d’olio.

Infarinate lo spezzatino e rosolatelo con la cipolla, salatelo, bagnatelo col vino bianco e fatelo cuocere per circa 2 ore a fuoco lento e a casseruola incoperchiata.

A cottura ultimata trasferitelo in una pirofila da forno ovale, tenendo da parte brodo di cottura.

Nel frattempo fate cuocere i piselli per circa 1 ora; quindi scolateli e cospargete con parte del prezzemolo e la maggiorana.

 

procedimento preparazione secondo piatto

1. Fate rosolare con la cipolla lo spezzatino infarinato. 2. Dopo aver scolato i piselli lessati, mescolatevi parte del prezzemolo tritato. 3. Fate insaporire le carote lessate nel fondo di cottura dello spezzatino. 4. In una teglia ovale disponete, ai lati della carne, i piselli e le carote.

 

 

Dopo aver lessato le carote, scolatele e fatele insaporire nel fondo di cottura dello spezzatino, spolverizzandole col rimanente prezzemolo.

Dopo aver unito allo spezzatino le verdure, passate il tutto in forno (che avrete preriscaldato a 180 C) per qualche minuto. Servite caldo in tavola.

Buon appetito!

 

Filetto di Maiale con le Pere

filetto di maiale con le pere

 

Dosi per 4 persone:

  • 800 g di filetto di maiale;
  • 4 chiodi di garofano;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • qualche foglia dì salvia;
  • 30 g di funghi secchi;
  • 1 bicchierino di cognac;
  • 1 spicchio di aglio e 1 cucchiaio di latte;
  • 4 pere ruggine;
  • 4 cucchiai di olio d’oliva;
  • sale e pepe.

 

Preparazione:

In un tegame fate rosolare il filetto con l’olio, 1 bicchiere di acqua, i chiodi di garofano, il rosmarino, la salvia, lo spicchio d’aglio, il sale e il pepe.

Quando la carne sarà dorata e il sughetto di cottura addensato, unite i funghi ammorbiditi in acqua tiepida e latte. Versate il cognac e continuate la cottura per 30 minuti circa.

Sbucciate le pere, tagliatele a metà e fatele cuocere in acqua bollente per 5 minuti. Fatele raffreddare ed eliminate il torsolo.

Quando l’arrosto sarà pronto tagliatelo a fettine.

Con una parte del sugo con i funghi riempite l’incavo delle mezze pere e disponetele nel piatto portata accanto al filetto. Irrorare il tutto con il sugo di cottura rimasto.

 

 

Capretto al forno

capretto al forno

 

Dosi per 4 persone:

  • 1 Cosciotto di capretto;
  • 5 fette di prosciutto crudo (oppure 5 fette di pancetta coppata);
  • 2 rametti di rosmarino;
  • sale e pepe.

Preparazione:

Comperate un cosciotto di capretto, meglio se nostrano; se vi piace più ossuto va be ne anche la spalla. Dite al macellaio che vi incida la coscia (o la spalla) in modo da spezzare l’osso, lasciandola però intera.

Prendete il piatto del forno, copritelo con carta stagnola e adagiatevi sopra la carne.

Distribuite sulla carne un pò di sale e un pò di pepe. Infilate nei tagli fatti dal macellaio dei rametti di rosmarino (mettete pure un rametto in ogni incisione).

Avvolgete la carne preparata con le fette di prosciutto crudo o con la pancetta. Così ‘vestito’ mettete il capretto in forno a 250 °C e lasciatelo cuocere calcolando 1 ora per ogni chilo di carne. Se il vostro forno scaldasse troppo nella parte alta, coprite la carne con carta stagnola perché non secchi l’affettato.

Non mettete condimenti: la carne e il prosciutto bastano per rendere umido e saporito l’arrosto.

Un piatto stupendo!

Nello stesso modo potrete cuocere sia l’agnello, sia il coniglio oppure il maiale.



Pubblicato: 2017-07-17T21:28:11+00:00

Potrebbero interessarti anche...