Pizza con la pasta sfoglia


Difficoltà: Minima
Tempo: 35 minuti
Tipo di Cucina: Italiana


INGREDIENTI per 4 persone:
1 rotolo di pasta sfoglia, va benissimo quella fresca che si trova nei supermercati;
una tazza di passata di pomodoro;
sale fino;
uno spicchio di aglio;
una mozzarella tagliata a cubetti piccoli;
un cucchiaio di olio extravergine di oliva.

Preparazione:
Scaldare una padella con dell’olio e dell’aglio, fate rosolare per bene, successivamente aggiungete la passata di pomodoro e bollite a fiamma bassa per per 5 minuti.
Successivamente eliminate l’aglio dalla salsa di pomodoro. Accendete il forno e portatelo alla temperatura di 180 gradi circa.

Stendete la pasta sfoglia, su della carta da forno in una teglia.

Versate la passata di pomodoro sulla pasta sfoglia, aggiungete un pò di sale e subito nel forno. Adesso che la pasta sfoglia è quasi pronta, aggiungete della mozzarella e rimettete nel forno anche spento, ma ancora caldo, finché la mozzarella non si sia completamente sciolta. Levate la pasta sfoglia dal forno, lasciate riposare un paio di minuti, quindi potete servire a tavola.


SUGGERIMENTO dello Chef

Perché risulti croccante consiglio di usare il forno in modalità sopra e sotto, mettendo la teglia al livello più basso del forno.

Potete modificare questa ricetta anche per fare le pizzette, tagliando la pasta sfoglia nel formato che più vi aggrada, ricordandovi che in questo caso la cottura è molto più veloce.

Pizza preparata con la pasta sfoglia

Pizza bianca


Difficoltà: Minima
Tempo: 15 minuti + cottura
Tipo di Cucina: Italiana


INGREDIENTI per 4 persone:
una confezione di pasta sfoglia fresca;
una confezione di stracchino da 200 grammi;
una confezione di prescinseua da 200 grammi;
sale fino;
pepe nero macinato al momento.

Preparazione:
Accendete il forno e portatelo alla temperatura di 180 gradi.

Srotolate la pasta sfoglia, tenendo la carta forno della pasta, in una teglia e bucherellate il fondo con una forchetta.

Scolate la prescinseua dalla sua acqua, versatela in una ciotola e, con l’aiuto di una forchetta, schiacciatela fino a ridurla in una purea.

Tagliate a cubetti piccoli lo stracchino quindi versatelo nella ciotola con la prescinseua e mescolate accuratamente. Salate e pepate leggermente.

Versate la farcitura sulla pasta sfoglia, livellate e chiudete i bordi, infornate e cuocete per 35/40 minuti.

A cottura ultimata, i bordi saranno diventati color nocciola, spegnete il forno, lasciate riposare per 5 minuti, levate la teglia dal forno e servite.
E’ fatta!

SUGGERIMENTO dello Chef
Per chi non lo sapesse, la prescinseua, ingrediente di quasi tutte le torte salate genovesi e liguri, è il prodotto derivato dal latte cagliato. Purtroppo sono pochi i negozi, anche in Liguria, che la vendono.

Se la trovate usatela in questa ricetta, ne vale davvero la pena!

Purtroppo altri formaggi da usare in alternativa alla prescinseua che diano gli stessi risultati non ce ne sono o non ne sono a conoscenza io, quindi eseguite la ricetta senza la prescinseua usando solo lo stracchino. Io l’ho provata a fare con la ricotta fresca inacidita con 4 cucchiai di succo di limone, scordatevela, però un libro indica questa variante: diluite ogni etto di ricotta con un cucchiaio di latte e amalgamarla con un cucchiaino raso di yogurt naturale, a voi la scelta.
Da servire come antipasto o Piatto unico.

preparare la pizza con la pasta sfoglia

Sgonfiotti (golosi panzerotti di pasta)


Difficoltà: Elevata
Tempo: 30 minuti più lievitazione
Tipo di Cucina: Italiana


INGREDIENTI per 4 persone:
250 grammi di farina per tipo “0”;
1/4 di cubetto di lievito di birra;
1/4 bicchiere di acqua tiepida, circa 30 gradi;
1/4 litro di acqua a temperatura ambiente, circa 15 gradi;
1 cucchiaino di sale fino.

Preparazione:

Impastate la pasta aggiungendo solo il sale e dividete la forma ottenuta in tante palline grandi quanto una albicocca.

Continuate a far lievitare le palline di pasta finché il loro volume non aumenta della metà.

Ora infarinate da ambo i lati le palline e stendetele con il matterello fino a ridurla ad una sfoglia sottile e rotonda passando dall’alto verso il basso e da sinistra verso destra.
Fate riposare per mezz’ora.
Fate scaldare molto bene e a fuoco dolce una padella antiaderente o quella per le crepes, appoggiatevi un disco di pasta sopra e se tutto funziona vedrete la pasta gonfiarsi fino a diventare sferica, giratela e cuocete l’altro lato.
Servite immediatamente.

SUGGERIMENTO dello Chef
Fino all’ultimo impasto con il sale la ricetta è identica a quella per fare il pane, cambia solo la farina.

Dalla formazione delle palline fino alla cottura diventa difficile, e alla domanda perché si gonfiano rispondo: non lo so.

Vanno serviti caldissimi con salumi, affettati, crescenze e formaggi molli vari, riempiti o arrotolati. Attenzione: non devono cuocere troppo, anzi devono rimanere pallidi, quasi bianchi, appena gonfi cuocere per 30 secondi, girare e altri 60 secondi per finire di cuocere.

Mettete il sale solo nell’ultimo rimpasto perché il sale rallenta i tempi di lievitazione.

Un ambiente caldo aumenta i tempi di lievitazione, uno freddo li rallenta, tenetene conto in estate ed in inverno.

sgonfiotti golosi panzerotti di pasta