Guida alla compilazione del 730




dichiarazione dei Redditi scarica modello 730


Compilazione del modello 730



Il modello cartaceo non presenta nessuna novità rispetto al modello dello scorso anno, infatti sono presenti:

  • Frontespizio
    Dati del contribuente, coniuge e familiari a carico e dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio

  • Quadro A
    Redditi dei terreni

  • Quadro B
    Redditi dei fabbricati

  • Quadro C
    Redditi di lavoro dipendente e assimilati

  • Quadro D
    Altri redditi

  • Quadro E
    Oneri e spese

  • Quadro F
    Acconti, ritenute, eccedenze ed altri dati

  • Quadro G
    Crediti d’imposta

  • Quadro I
    ICI

  • Firma
    Firma della dichiarazione


Novità della dichiarazione dei redditi.


Le principali novità contenute nel modello 730/2015 sono le seguenti:

compila il modello 730
  • il CUD viene sostituito dalla Certificazione Unica che contiene le informazioni necessarie alla precompilazione della dichiarazione dei redditi e che i sostituti d’imposta inviano all’Agenzia delle entrate entro il 7 marzo 2015.
  • a partire dal mese di maggio 2014, il datore di lavoro ha riconosciuto in busta paga un credito, denominato “bonus Irpef” (massimo 80 euro mensili), se il rapporto di lavoro si è concluso prima del mese di maggio 2014, oppure se il datore di lavoro non riveste la qualifica di sostituto d’imposta, il credito spettante viene riconosciuto direttamente con il modello 730.
  • da quest’anno è prevista una scheda unica per effettuare le scelte dell’otto, cinque e due per mille dell’Irpef. nel caso di opzione per la cedolare secca, è ridotta dal 15 al 10 per cento la misura dell’aliquota agevolata prevista per i contratti di locazione a canone concordato nei comuni ad alta densità abitativa.
  • è riconosciuta una deduzione dal reddito complessivo pari al 20 per cento delle spese sostenute, fino ad un massimo di 300.000 euro da ripartire in otto quote annuali, per l’acquisto o la costruzione di immobili abitativi da destinare.
  • agli inquilini di alloggi sociali adibiti ad abitazione principale spetta una detrazione pari a 900 euro, se il reddito complessivo non supera 15.493,71 euro, e a 450 euro, se il reddito complessivo non supera 30.987,41 euro.
  • ai coltivatori diretti e agli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola di età inferiore ai 35 anni, spetta una detrazione pari al 19 per cento delle spese sostenute per i canoni di affitto dei terreni agricoli, entro il limite di 80 euro per ciascun ettaro preso in affitto e fino a un massimo di 1.200 euro annui (rigo E82);
  • per i premi assicurativi sono previsti due limiti di detraibilità: i premi per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di morte o di invalidità permanente non inferiore al 5 per cento sono detraibili per un importo non superiore a 530 euro.
  • prorogata la detrazione del 50 per cento per le spese relative a interventi di recupero del patrimonio edilizio;
  • prorogata la detrazione del 50 per cento per le spese sostenute per l’acquisto di elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro;
  • prorogata la detrazione del 65 per cento per le spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici;
  • prorogata la detrazione del 65 per cento per gli interventi relativi all’adozione di misure antisismiche.
  • nel prospetto dei familiari a carico è necessario indicare il codice fiscale anche per i figli a carico residenti all’estero;
  • non sono più compresi tra gli oneri deducibili i contributi sanitari obbligatori per l’assistenza erogata nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale versati con il premio di assicurazione di responsabilità civile per i veicoli;
  • non va più comunicato l’importo dell’Imu dovuta per ciascun fabbricato esposto nel quadro B;
  • è stata uniformata al 1° gennaio la data di riferimento del domicilio fiscale per il calcolo delle addizionali regionali e comunali;


Cosa fare in caso di errori dopo la presentazione

Se il contribuente riscontra degli errori di compilazione o di calcolo, potrà, entro il 30 settembre, presentare una dichiarazione correttiva barrando sul frontespizio l’apposita casella, rivolgersi allo stesso Caf o Professionista abilitato che si era occupato alla compilazione del modello presentato.

Se il modello è corretto, ma il contribuente si è dimenticato di esporre degli oneri deducibili o detraibili, quest'ultimo ha 2 possibilità:

  1. Con la relativa documentazione, presentare all'ente, la richiesta di compilazione di un nuovo modello 730 integrativo.
  2. Se invece il contribuente si è accorto di aver dimenticato di dichiarare dei redditi, la correzione comporta un maggior credito o minor debito si potrà chiedere il rimborso o la somma potrà essere portata in diminuzione delle imposte da pagare per l’anno successivo.



modello 730 in pdf

Modello 730 in pdf



Software di compilazione modello 730 software per la compilazione del 730Indipendentemente dal sistema operativo, per eseguire il software selezionare il link: Comunicazione 730.
Quando viene avviata per la prima volta, l'applicazione potrebbe visualizzare la finestra di dialogo Avviso di protezione contenente informazioni sul fornitore del software (Agenzia delle Entrate); considerare affidabile il fornitore di software e selezionare il tasto Esegui per continuare con l'installazione
Requisiti Sistema

Windows 8, Windows 7, Windows Vista e Windows XP
Linux (garantito sulle distribuzioni Ubuntu, Fedora e Red-hat 9)
Mac OS X 10.5 e superiori


Quando un familiare può essere considerato come fiscalmente a carico?

Sono considerati fiscalmente a carico i figli, i coniugi, i genitori, i generi

e le nuore, i suoceri, gli adottanti, i fratelli che abbiano un reddito non superiore ad Euro 2,840,51 pari a Lit. 5.500.000.

Possono essere detratte le tasse Universitarie e le spese dei libri sul modello Unico ?

  1. se è Università statale: la detrazione compete sull'intero importo delle spese sostenute nell'anno passato, anche se riferibili a più anni.

  2. nel caso di Università non statale (privata o straniera) la detrazione va calcolata su un importo non superiore a quello delle tasse e contributi applicato dai corrispondenti istituti statali italiani.

In entrambi i casi le spese sostenute per l'acquisto di libri non possono essere detraibili

Spese mediche sostenute all'estero: sono detraibili nella dichiarazione dei redditi ?

Per spese sostenute in Italia o all'estero valgono gli stessi criteri ed è stato confermato dalla Corte Costituzionale, sentenza n. 245 del 20/12/1982. Il cm n. 9/8/570 del 9/5/1987 prevede inoltre che se la documentazione sanitaria è in lingua originale, va corredata da una traduzione in italiano.

  • se la documentazione è redatta in inglese, francese, tedesco o spagnolo, la traduzione può essere eseguita dal contribuente e da lui sottoscritta;

  • se è redatta in una lingua diversa da quelle sopra indicate va corredata da una traduzione giurata;




Dichiarazione dei redditi 730Stampa la nuova modulistica 730 e le relative istruzioni ministeriali approvate e pubblicate in Gazzetta Ufficiale.GUIDA dichiarazione dei redditi



download Anagrafica dati del contribuente, coniuge e familiari a carico
download Ricevuta dell'avvenuta consegna della dichiarazione mod. 730
download Redditi dei terreni, Redditi Fabbricati, Redditi di Lavoro dipendente
download Comunicazione, bolla di consegna e ricevuta del risultato contabile al sostituto d'imposta
download Guida alla compilazione del Modello 730 2015

Guida Interattivasemplificata per la compilazione del modello 730 Facile direttamente online è gratis


Glossario Fiscale


Dichiarazione congiunta
E' la dichiarazione dei redditi presentata da coniugi non separati per i redditi percepiti da ciascuno di essi. Con la dichiarazione congiunta viene determinata un'unica imposta IRPEF per entrambi i coniugi; è quindi possibile utilizzare il credito d'imposta di un coniuge per compensare il debito d'imposta dell'altro.

Dichiarazione dei sostituti d'imposta
E' il documento che il datore di lavoro compila per dichiarare l'ammontare complessivo dei compensi e delle altre somme erogate a dipendenti e prestatori di lavoro autonomo, nonché delle ritenute pagate a titolo d'imposta sul reddito di lavoro e sui redditi da capitale.

IRAP
Imposta sul valore aggiunto prodotto, il cui gettito spetta alla Regione sul cui territorio è esercitata l'attività soggetta a tassazione. Sono soggetti a questa imposta: società (Spa, Srl, Sapa, Snc, Sas ed equiparate), enti commerciali e non commerciali, amministrazioni pubbliche, persone fisiche che esercitano attività commerciali, lavoratori autonomi, produttori agricoli. L'IRAP ha incorporato tributi quali ILOR, ICIAP, concessione governativa sulla partita Iva, contributo sul servizio sanitario nazionale, imposta sul patrimonio netto delle imprese.

Oneri deducibili
Spese sostenute dal contribuente nel periodo di imposta, che vengono dedotte dal reddito complessivo lordo, prima del calcolo dell'imposta. Comprendono, per esempio, i contributi previdenziali ed assistenziali, gli assegni corrisposti al coniuge legalmente separato, le erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose, le spese mediche e di assistenza specifica per i disabili ecc.

Redditi di lavoro dipendente
Tutti i redditi derivanti da lavoro prestato alle dipendenze e sotto la direzione di altri, comprese pensioni e assegni equiparati. Comprendono gli emolumenti in denaro, in natura o sotto forma di erogazioni liberali, al netto dei contributi previdenziali.

Redditi di partecipazione
Derivano dalla partecipazione a società di persone, imprese familiari e associazioni tra persone fisiche per l'esercizio di arti e professioni.



Il cinque per mille (o 5 per mille) prevede la possibilità per il contribuente di vincolare il 5‰ della propria imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) a sostegno di una delle seguenti quattro categorie:

1.volontariato, Onlus (Organizzazioni non lucrative di utilità sociale) e associazioni di promozione sociale (iscritte nei registri nazionale, regionale o provinciale)
2.attività sociali svolte dal Comune di residenza
3.ricerca sanitaria
4.ricerca scientifica o delle Università

Si può destinare il cinque per mille dell'IRPEF a Wikimedia Italia, indicando il codice fiscale 94039910156 il sostegno verra' utilizzato per continuare a sviluppare iniziative a sostegno della cultura libera in Italia e a promuovere e diffondere Wikipedia

otto per mille viene definito il meccanismo con cui lo Stato italiano ripartisce, in base alle scelte dei contribuenti, l'8‰ dell'intero gettito fiscale IRPEF fra lo Stato e diverse confessioni religiose, per scopi definiti dalla legge.

Le quote dello Stato vengono usate solo per interventi straordinari:


  • fame nel mondo
  • calamità naturali
  • assistenza ai rifugiati
  • conservazione di beni culturali


CHIESA VALDESE
Rifiuta di destinare i fondi ottenuti alle esigenze di culto e al sostentamento del clero.

LUTERANI
Una parte dei fondi viene utilizzata per il sostentamento dei pastori.

COMUNITÀ EBRAICHE
I fondi sono utilizzati per «…solidarietà sociale, attività culturali, restauro patrimonio storico, sostegno ad attività giovanili, strutture ospedaliere per la cittadinanza, cultura della memoria, lotta a razzismo e pregiudizio».

CHIESE AVVENTISTE
Rifiutano anch’esse di destinare i fondi ottenuti alle esigenze di culto e al sostentamento del clero.

ASSEMBLEE DI DIO
I fondi sono destinati esclusivamente alle missioni e alla beneficienza.


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10




© riproduzione riservata