Come migliorare la capacità di ascolto

Con la lettura di questa pagina, si dovrebbe essere in grado di:

  • Comprendere l’importanza dell’ascolto;
  • Identificare modi per dimostrare che state ascoltando e siete interessati all’argomento.

Sei un buon ascoltatore?

Apprezzi quando gli altri ascoltano quello che hai da dire, soprattutto nei luoghi di lavoro. Ti sei mai chiesto se sei un buon ascoltatore?

Non devi:

  • Parlare quando gli altri stanno parlando;
  • Chiedere alle persone di ripetere ciò che hanno detto;
  • Interrompere gli altri quando stanno parlando;
  • Allontanarvi nel frattempo che siete in dialogo;
  • Arrivare alle conclusioni prima che l’interlocutore abbia finito di parlare.

 



Se avete risposto “sì” a una o più di queste domande, potrebbe essere necessario per migliorare la vostra capacità d’ascolto.

capacità di ascolto

 

Caratteristiche dei cattivi ascoltatori

Questi esempi indicano scarsa capacità di ascolto .

  • Interrompere continuamente la persona in dialogo, senza che riesca a completare cimente spiegare il suo punto.
    Esempi: “I fatti sono …” “È meglio che …” “Si dovrebbe …” “Non ha molta importanza …”
  • Fare domande con frasi che l’altra persona ha appena detto, ed esprimere i propri pensieri diversi dal dialogo instaurato.
    Esempi: Matteo: “Mi sento davvero stanco e stressato, tu come ti senti?” Luigi:“Hai visto le mie chiavi?

 

Che cosa è l’ascolto attivo?

Nel posto di lavoro, le persone non sempre dicono ciò che devono in maniera diretta. Imparare a diventare un ascoltatore migliore, può migliorare notevolmente la comunicazione sul posto di lavoro. L’ascolto attivo è l’ascolto al di là delle parole, al fine di capire un messaggio più profondo. Ascoltatori attivi sono in grado di rilevare e riflettere le sensazioni che danno energia emotiva al linguaggio.

Seguire questi suggerimenti per diventare un’ascoltatore più attivo:

  • Focalizza la tua attenzione sull’argomento e l’interlocutore. Trovare uno spazio tranquillo dove si può evitare distrazioni.
  • Mettere da parte i propri sentimenti e pregiudizi. Ricordate a voi stessi che siete lì per ascoltare, non offrire subito la tua opinione se non hai compreso tutto l’argomento in dialogo.
  • Prestare attenzione al linguaggio del corpo di chi parla e alle espressioni facciali. Questo è spesso il modo di percepire come qualcuno sta provando a dialogare con voi.
  • Utilizzare delle parole per aprire un dialogo. Queste dichiarazioni trasmettono interesse e mantiene viva la conversazione con un’invito a parlare.
    Esempi: “Dimmi di più …” “Sembra interessante …” “Quando è successo …”
  • Parafrasi sentimenti con precisione. L’ascoltatore attende deve attendere delle pause che interlocutore può concedere per avviare un dialogo, come se si aspettasse un qualche tipo di risposta da chi ascolta.
    Esempi: “Stai dicendo …” “Si sente che …” “Se ho capito, ti senti in questo modo su questa situazione …”.
  • Parafrasare contenuto precisione. L’ascoltatore attende che l’oratore ha finito di parlare e ripete il contenuto di ciò che lui o lei ha sentito nelle sue stesse parole.
    Esempi: “In altre parole, è la vostra decisione di …” “Queste sembrano essere le idee chiave che avete espresso …”
  • Fare domande non minacciose. Mantenere le vostre domande al minimo. Dare all’interlocutore l’opportunità di pensare alla domanda prima che lui o lei risponde. Prova a fare domande che aiutano, prima di arrivare a delle conclusioni.
    Esempi: “Come?” “Che cosa?” “Poteva?”.
  • Utilizzare le risposte di riconoscimento. Mettere insieme idee e fatti, così come stabilire una base per l’ulteriore comprensione.
    Esempi:  “Sì …” “Giusto …” “Certamente …”

Usando queste tecniche, l’interlocutore si sente coinvolto con più voglia nel partecipare nel dialogo attivo.



 

Il linguaggio del corpo e capacità di ascolto

Buon ascolto è più di quello che le parole si utilizzano durante l’ascolto. Gli ascoltatori attivi comunicano senza interrompere. Usano il linguaggio del corpo per dimostrare la loro attenzione e interesse.

 



Durante l’ascolto attivo:

  • Di tanto in tanto dai cenno con la testa di essere d’accordo con ciò che l’oratore sta dicendo;
  • Non piegare le braccia. L’interlocutore può recepire come un messaggio di negatività o di ostilità;
  • Un sorriso è sempre incoraggiante, ma non eccedere;
  • Evita troppi gesticolazioni;
  • Non giocare con qualsiasi cosa che ti capita sotto mano;
  • Non utilizzare il tuo cellulare;
  • Evita le distrazioni e le domande fuori argomento.

Nel prossimo articolo vedremo Come migliorare la comunicazione sul posto di lavoro

Ecco un’ interessante video realizzato da Paolo e Fabiola sul Linguaggio del corpo : ascolto attivo. Tecniche di comunicazione efficace persuasiva ipnotica.

Potrebbero interessarti anche...