Mappa tabella codici dei colori RGB

Per RGB s’intende i tre colori primari della luce, che sono il rosso, il verde e blu (red, green, blue).

Gli occhi umani sono sensibili a questi colori primari, i colori sono percepiti come una combinazione di questi tre colori principali. Il modello di colore RGB, è basato su un sistema di coordinate cartesiane, che vengono combinati in vari modi per riprodurre tutti gli altri colori. Nel modello di colore RGB, ogni colore appare nel suo primario componente spettrale.

Basi biologiche dei colori primari

I colori primari sono derivati ​​dalla biologia umana. Cioè, questi colori si basano sulla risposta fisiologica dell’occhio umano alla luce. L’occhio umano ha fotorecettori conosciuti come coni, che di solito rispondono più al verde e alle varie gradazioni tra giallo-verde e  blu-violetto. Il cervello umano può facilmente distinguere una vasta gamma di colori differenti basati sulla variazione dei segnali ottenuti dai tre tipi.



RGB e Display

Una delle applicazioni più utilizzate del modello di colore RGB è la visualizzazione dei colori su schermi CRT, LCD o al plasma, del televisore o del  monitor di un computer. Ogni pixel sul display può essere rappresentato nell’interfaccia del hardware (ad esempio, una scheda grafica) come valori di rosso, verde e blu. I valori RGB vengono poi trasformati in intensità che vengono utilizzati per scopi diversi di visualizzazione. Fotocamere e scanner inoltre funzionano nello stesso modo; catturano i colori con sensori che rilevano intensità variabile dei colori RGB in ogni frame del pixel.

Rappresentazione numerica di RGB

Nel modello di colore RGB, un colore è rappresentato indicando quanto rosso, verde e blu devono essere inclusi. Ciascuno può differire dal minimo (nessun colore) al massimo (massima intensità). Quando tutti i colori sono al valore minimo, quindi il colore visualizzato sarà nero. Quando tutti i colori sono al loro massimo valore, allora il colore visualizzato sarà bianco. Tuttavia, un aspetto di confusione nel modello di colore RGB è che tutti questi colori possono essere rappresentati in vari metodi.

  • La scienza del colore descrive i colori nella gamma 0,0-1,0 (minimo e massimo). Maggioranza delle formule colore prende questi valori per rappresentare variazioni di colore. Ad esempio, 1.0, 0.0, 0.0 rappresenta intera intensità del rosso.
  • Un altro metodo per rappresentare i valori di colore sono utilizzando percentuali da 0% a 100% (minimo e massimo). Questo è uguale al detto metodo di cui sopra, per passare dalla gamma 0.0 a 1.0, semplicemente moltiplicare i numeri con 100.
  • I valori di colore possono essere rappresentati come numeri compresi tra 0 e 255. Questo tipo di numero è ampiamente implementato da programmatori di computer per memorizzare ogni valore di colore in un byte di 8 bit. Intensità di rosso è rappresentato come 255, 0, 0.
  • La stessa gamma, da 0 a 255 è anche rappresentato in esadecimale, in alcuni casi con un prefisso (come #). Come, numeri esadecimali in questa gamma è di solito scritti con un formato fisso due cifre, per rappresentare l’intensità completo rosso è scritto come #ff, # 00, # 00. Questo può essere contratta come # ff0000.

 

colori RGB

Composizione dei colori RGB
rosso + blu = viola
rosso + verde = giallo
verde + blu = azzurro
rosso + verde + blu = bianco

Modalità a 16 bit – HighColor

Nella modalità 16 bit per pixel, noto anche come HighColor, ci sono o 5 bit per colore (spesso indicati 555 mode) o un bit addizionale per il colore verde (nota come modalità 565). L’ulteriore di colore verde è dovuto al fatto che l’occhio umano ha la capacità d’identificare più tonalità di verde che di qualsiasi altro colore.

Modalità a 24 bit – TrueColor

I valori RGB rappresentati in 24 bit per pixel (bpp), viene chiamato anche Truecolor, normalmente sono specificati con tre numeri interi tra i valori 0 e 255. Ciascuno di questi tre numeri interi rappresentano le intensità rispettivamente rosso, verde e blu.

Alcuni esempi dei colori a 24 bit:

  • (255, 255, 255) bianco;
  • (0, 0, 0) nero;
  • (255, 0, 0) rosso;
  • (0, 0, 255) blu;
  • (0, 255, 0) verde;
  • (255, 255, 0)  giallo;
  • (255, 0, 255) magenta;
  • (0, 255, 255) ciano.

La gamma dei colori RGB completa può rappresentare fino a 255 sfumature di una determinata tonalità. Ma rosso, azzurro, verde possiedono una gamma completa di sfumature.

Modalità a 32 bit

La modalità 32 bit per pixel (bpp) è simile alla modalità 24 bit per pixel. I molti casi gli otto bit supplementari non vengono sempre utilizzati.



Modalità a 48 bit

La modalità a 16 bit si può anche rappresentare per ogni colore, creando così la modalità a 48 bit per pixel, rappresentando 65536 tipo di tonalità per ogni colore. Questa modalità è spesso utilizzata nell’editing professionale delle immagini, con software come Adobe Photoshop.

Video Elettronica

Nella produzione dei video i colori RGB sono utilizzati con la combinazione dei colori primari. I segnali vengono trasmessi su tre cavi separati. In alcuni casi, cavi aggiuntivi vengono anche utilizzati per trasmettere segnali di sincronizzazione. Questi tipi di segnali video vengono comunemente utilizzati in Europa per il fatto che si tratta di un segnale ideale che può essere trasmesso sul connettore SCART tradizionale. S-Video assume il ruolo di RGB come un formato del segnale video nella maggior parte delle regioni non europee. Tuttavia, RGB viene utilizzato come standard utilizzato da tutti i monitor di computer in tutto il mondo.

Stampa

RGB non viene utilizzato per la stampa su carta, invece viene utilizza il formato CMYK (Cyan, Magenta, Yellow, Key black); è un modello di colore detto anche quadricromia, Il nero, chiamato Key Black, viene ottenuto dalla combinazione CMY, questo colore viene chiamato generalmente bistro, viene indicato con la lettera K anziché della B per non confondersi con il colore blu.



Le combinazioni di ciano, magenta, giallo e nero costituiscono tutti i colori necessari per la stampa, utilizzate in tutte le stampanti.

colori sottrattivi cymk

 

Colore HTML: nomi e codici esadecimali

I colori HTML possono essere specificati in diversi modi, il più comune è quello di utilizzare la notazione esadecimale, ma le specifiche HTML consente anche l’utilizzo dei nomi specifici.

È possibile utilizzare qualsiasi formato che soddisfi le vostre esigenze, anche l’uso dei “tag HTML” come FONT, anche se si consiglia l’utilizzo dei fogli di stile CSS.

Ad esempio, l’elemento SPAN può essere utilizzato per specificare il testo in un dato colore:

<span style="color:#000FF;">Esempio</span> ecco il risultato del codice Esempio.

 

I seguenti 16 nomi di colori sono supportati da tutti i browser. 

Color NameColor
Aqua (#00FFFF)
Black (#000000)
Blue(#0000FF)
Fuchsia (#FF00FF)
Gray (#808080)
Green (#008000)
Lime (#00FF00)
Maroon (#800000)
Navy (#000080)
Olive (#808000)
Purple (#800080)
Red (#FF0000)
Silver (#C0C0C0)
Teal (#008080)
White (#FFFFFF)
Yellow (#FFFF00)

 

I nomi ufficiali e i codici equivalenti esadecimali sono mostrati nella tabella.

I colori sono visualizzati in base al nome del colore in ordine alfabetico, la visualizzazione nei vari display può visualizzare colori diversi.

Tabella dinamica per ottenere il codice colore

Con i codici colore HTML è possibile impostare il colore di sfondo del sito, colore del testo, celle di tabelle e molto altro.

Colore di sfondo del sito web:  <body style="background:#FFA500">

Impostazione di font / colore del testo: <span style="color:#FFA500">

Colore di sfondo della tabella: <table style=""background:#FFA500">

Per collegamento link: <a href="" style="color:#FFA500">

 

 

Potrebbero interessarti anche...