le sette meraviglie del mondoI Giardini pensili di Babilonia




I giardini di Babilonia - si trova attuale Iraq

Siamo sicuri dell'esistenza dei Giardini pensili di Babilonia solo perché chi li vide nell'antichità ne lasciò testimonianza scritta. I giardini furono probabilmente costruiti nei pressi del fiume Eufrate, presentavano una struttura a terrazze, in posizione dominante sopra le mura di Babilonia.

La strada che indirizzava era larga 22 metri, rivestita da mattonelle azzurre ornate con 120 leoni passava attraverso la celebre porta Ishtar (un doppio portale costituendo un passaggio protetto, organicamente collegato ai due recinti difensivi).

I Giardini pensili di Babilonia


Porta Ishtar:


costruita da Nabuccodonosor tra (605 – 562 a.C.) che adornò i giardini con alberi e piante di ogni specie portati fino a Babilonia da tutte le parti del mondo. La prosperità dei giardini dipendeva da un'efficiente sistema d'irrigazione, ottenuto sfruttando l'acqua del fiume Eufrate.

Ingresso nella città di Babilonia, porta Ishtar
Porta Ishtar


Questa veniva sollevata da schiavi tramite un sistema di secchi applicata alla grande ruota a gradini di un mulino. Da lì l'acqua, scendendo, formava ruscelli e cascate che percorrevano lungo la pavimentazione dei giardini, mantenendo il suolo umido e quindi creando un habitat ideale per la coltivazione anche di alberi da frutto.



Lo spettacolo di tale maestosa opera idraulica era ben visibile anche all'esterno delle mura della città, ed i viaggiatori venivano attratti da tale sontuosa opera che si avvicinavano al luogo.

I Giardini pensili di Babilonia

Secondo la leggenda i giardini pensili furono costruiti per la moglie di Nabuccodonosor, in modo che non rimpiangesse la Persia regione di cui era originaria, ricca di vegetazione.

Queste immagini vengono riprodotte in base le testimonianze che narrano la descrizione dei giardini pensili di Babilonia. Non esiste una foto reale di tale opera, ma nonostante ciò è una delle 7 meraviglie del mondo Antico.

I Giardini pensili di Babilonia Gli antichi racconti sui Giardini Pensili sono scarsi, anche se molti antichi scrittori greci li descrivono, nessuno mai li vide. Non esiste nessun dipinto, scultura o graffito ritrovato dagli archeologi durante gli scavi nella città di Babilonia: una delle città più importanti del mondo con i suoi magnifici palazzi, templi, mura e porte. Il 5° secolo aC lo storico greco Erodoto ha scritto: "Babilonia supera in splendore qualsiasi altra città del mondo conosciuta."

Quindi nessuna testimonianza documentata dell'esistenza effettiva di tale meraviglia.



Con il declino di Babilonia e la fine del dell'impero neo-babilonese, i giardini sono stati progressivamente abbandonati, per essere definitivamente distrutti dal Re Euhemerus nell'anno 125 a.C.


Animazione Virtuale in 3d dei Giardini Pensili di Babilonia








Sai quali sono?



Giardini di Babilonia

© riproduzione riservata
ultimo aggiornamento: 09 Maggio 2015