Budino Al Cioccolato


Difficoltà: Minima
Tempo: 20 minuti + raffreddamento
Tipo di Cucina: Italiana


INGREDIENTI per 4 persone:
1 litro di latte intero;
8 cucchiai di zucchero;
5 cucchiai di cacao amaro;
5 cucchiai di farina.

Preparazione:
Mescolate in una terrina lo zucchero, il cacao e la farina, in modo che risulti una polvere omogenea.

Mettete sul fuoco un pentolino con il latte e portatelo a ebollizione.

Levatelo dal fuoco e, piano piano, mescolando con una frusta, incorporatevi la miscela di cacao, zucchero e farina.

Riponete sul fuoco, senza mai smettere di mescolare, fino a che il composto non si addensa ed inizia a "sbuffare".

Travasate ora la crema in uno stampo per budino e ponete in frigo per almeno 2 ore.

Il Segreto dello Chef
Per staccarlo dallo stampo senza danni e presentarlo in tavola perfetto.... immergete lo stampo in una pentola più grossa, riempita di acqua calda.

Pochi minuti... et voila... il budino scivolerà perfetto nel piatto di portata!!!

budino al cioccolato

Pastiera alla Napoletana


Difficoltà: Media
Tempo: 1 ora e mezza circa + la cottura
Tipo di Cucina: Italiana


INGREDIENTI per 12 persone:
Pasta frolla;
un barattolo da 500/600 grammi di grano cotto;
1 pizzico di sale;
un cucchiaino di cannella in polvere;
la buccia grattugiata di un limone;
la buccia grattugiata di un arancio;
aroma all’arancio sufficiente per 1 Kg di ripieno;
600 grammi di ricotta freschissima;
3 uova intere ed un albume;
350 grammi di zucchero;
70 grammi di frutta candita tagliata a cubetti piccoli;
2 bustine di vanillina;
Un bicchierino di liquore limoncello.

Ingredienti per crema pasticcera:
1 tuorlo;
1 cucchiaio di zucchero;
2 cucchiai di farina;
125 millilitri di latte;
La scorza di mezzo limone.

Preparazione:
Dopo aver preparato la pasta frolla, preparate la crema pasticcera.

In una pentola a fondo tondo versate il tuorlo e il cucchiaio di zucchero e montateli a mano finché non diventano chiare e schiumose. Aggiungete la farina setacciata e mescolate finché non diventa cremosa e fluida. Scaldate il latte con la scorza di limone e appena bolle filtratelo e aggiungetelo alla crema.

Mescolate immediatamente finché la crema non torna fluida, quindi ponete la pentola sul fuoco molto dolce e continuate a mescolare finché non si addensa. Calcolate 2 minuti di cottura da quando sbolle e spegnete, la crema è pronta.

Separate i tuorli dagli albumi.

Aggiungete un pizzico di sale agli albumi e montateli a neve fermissima.

In una terrina molto capiente versate lo zucchero, l’altro pizzico di sale, la ricotta e i tuorli e con l’aiuto di una frusta elettrica amalgamate il tutto fino a ottenere un impasto molto fluido.

Unite ora la frutta candita, la cannella, l’aroma all’arancio, le bucce grattugiate del limone e dell’arancio, il limoncello e la vanillina: mescolate ed amalgamate dolcemente con una frusta ma a mano.

Accendete il forno e portatelo alla temperatura di 150 gradi.
Prendete la pasta frolla dal frigo e stendetela, spessore mezzo centimetro, sulla teglia da forno dal diametro di almeno 30 centimetri. Eliminate la pasta in eccesso dal bordo e tenetela da parte.

Unite ora il grano cotto al resto dell’impasto ed amalgamate delicatamente, il grano sarà compatto quindi mescolate con pazienza finché tutti i chicchi non saranno staccati.

Aggiungete ora la crema pasticcera e amalgamate il tutto perfettamente sempre usando la frusta a mano.

Aggiungete ora anche i bianchi d’uovo montati a neve ed amalgamate di nuovo perfettamente sempre usando la frusta a mano.
Appena il forno è a temperatura versate il ripieno nella teglia foderata con la pasta frolla fino a mezzo centimetro dal bordo.

Con la pasta frolla avanzata preparate delle striscioline spesse mezzo centimetro e mettetele sulla torta.

Infornate la torta e lasciatela cuocere per almeno un’ora e mezza: sarà cotta quando avrà preso il colore del pane, fate comunque la prova dello stuzzicadenti: infilatelo e lasciatelo nella torta per 5 secondi quindi astraetelo: se è asciutto la torta è pronta.
Spegnete il forno e lasciatevi la torta per altri 40 minuti, quindi estraete e lasciatela raffreddare completamente.

Cospargete di zucchero a velo, tagliate e servite.

SUGGERIMENTO dello Chef
Ammetto che questa versione non sia esattamente uguale a quella proposta dall’Accademia della Pastiera Napoletana, ma ha il vantaggio di riuscire alla prima esecuzione da parte di tutti.

Non la ritengo una torta difficile solo molto esigente nella preparazione e nel dosaggio degli aromi. La caratteristica di questa torta risiede in tre ingredienti: il grano cotto, l’acqua dei fiori di arancio, che in questa versione è stata sostituita dall’aroma all’arancio, e la zucca candita, sostituita da frutta candita.

Ammetto che anche senza zucca o frutta candita la pastiera è buona lo stesso.

Per chi amasse molto il sapore di arancio aumenti la dose dell’aroma usando quello necessario per un ripieno di un chilogrammo e mezzo oppure versando nel ripieno la spremuta, filtrata, di un arancio.

Lo zucchero a velo non è che sia poi così importante, vedete voi.
Se potete, aspettate 2 giorni a mangiarla, è veramente più buona!.

pastiera alla napoletana

Cheesecake Australiana


Difficoltà: Minima
Tempo: 20 minuti + riposo
Tipo di Cucina: Internazionale


INGREDIENTI per 4 persone:
375 grammi di biscotti secchi (tipo oro saiwa);
250 grammi di burro;
600 grammi di formaggio philadelfia;
il succo di 5 limoni medi.

Preparazione:
Per mangiarla domenica si prepara il Venerdì sera!

Venerdì sera
Tritare i biscotti fino a che diventano polvere sciogliere il burro a bagnomaria e mescolare i biscotti polverizzati con il burro e fare un fondo compatto e levigato in una teglia larga e bassa. Mettere in frigo

Sabato sera Mescolare il formaggio con il succo dei limoni, assolutamente a mano, finché non diventa una crema morbida, spalmarla sul fondo di biscotti ormai solido, livellare e riporla in frigo.

Domenica
Finalmente è pronta, se volete, aggiungete dei pinoli tostati, servite e mangiate.


SUGGERIMENTO dello Chef
Questa specie di torta agrodolce non permette compromessi: o piace o non piace.

cheesecake australiana

Torrone


Difficoltà: Elevata
Tempo: 90 minuti
Tipo di Cucina: Italiana


INGREDIENTI per 4 persone:
250 gr. di nocciole tostate;
350 gr. di mandorle pelate;
350 gr. di zucchero;
250 gr. di miele;
3 albumi d’uovo;
Brandy;
Vaniglia;
Ostie da pasticceria.

Preparazione:
Mettete a bagnomaria un pentolino in cui avrete versato il miele e lasciatelo sul fuoco per un’ora, avendo cura di mescolare di tanto in tanto.

Montate a neve gli albumi e incorporateli con delicatezza al miele lasciato appena intiepidire.

Siate attente a questa operazione! Dovrete ottenere un composto gonfio e spumeggiante.

Mettete ora in un pentolino lo zucchero. Regolate molto basso il fuoco e mescolando continuamente con un cucchiaio di legno, fatelo appena dorare.

Aggiungetevi un cucchiaio di Brandy ed incorporatelo alla spuma di miele, che durante questa operazione tenderà a diminuire di volume ed a divenire più soda.

Versate ora mandorle, nocciole e vaniglia nel composto e mescolate velocemente.

Adagiate su un tagliere uno strato di ostia, versatevi sopra con l’aiuto del cucchiaio di legno il torrone caldo, cercando di dargli una forma regolare.

Spianate bene la parte superiore del torrone e ricopritela con uno strato di ostia.

Appoggiate sulla superficie spianata del torrone le rimanenti ostie e lasciatelo raffreddare per circa 3 ore.prima di servirlo.

SUGGERIMENTO dello Chef

ricetta prepara torrone





Come Preparare: