Colloquio di Lavoro: come affrontarlo al meglio


Eccoci al momento dell’incontro diretto con i vostri potenziali datori di lavoro!

Bisogna tenere presente che in alcuni casi è proprio l’abito a fare il monaco: la prima impressione visiva, dopo che vi siete presentati tramite CV, è quella che conta!

Dal modo in cui vi presentate al colloquio di lavoro dipende il vostro futuro!

L’esaminatore, durante il colloquio di selezione, deve capire se il candidato ha le professionalità e le competenze (anche a livello umano) atte a esaudire le esigenze della propria azienda.

E tutto questo – molto spesso – in pochi minuti e con decine o centinaia di altri concorrenti. Ecco perché durante il colloquio bisogna davvero dare il meglio di sé stessi, sforzandosi di capire subito quello che l’azienda vuole, quello che si riesce a dare e quali sono invece i propri punti deboli.



Consigli generali


Ci sono dei memo da tenere sempre in mete nell’affrontare un colloquio di lavoro:

Intanto non dovete apparire nervosi: è fondamentale dare un’impressione di calma, naturalezza e serenità. Ecco perché è consigliabile imparare a controllare i movimenti del corpo: non gesticolando troppo, evitando di accavallare gambe e braccia (indicano chiusura), tenendo lo sguardo diretto e concentrato sull’interlocutore.

Curate il vostro abbigliamento: non siate troppo eleganti, ma neanche trascurati: una persona ordinata e pulita fa sempre una buona impressione!

Non cadete dalle nuvole: cercate di ricordare i dati forniti dall’azienda nell’annuncio di ricerca personale, in modo da sapere di cosa state parlando. Ricordatevi anche il nome della persona con cui avete appuntamento. Sarebbe utile informarsi sull’azienda, la sua produzione, la posizione di mercato, le prospettive di espansione, ecc.

Il selezionatore potrebbe anche chiedervi l’impressione che avete dell’azienda. Per questo cercate le informazioni che vi potrebbero tornare utili.

Dall’altra parte, non preoccupatevi di fare eventuali domande durante il colloquio: mostrerete, anzi, di essere realmente interessati ad essere inseriti nel settore e non avete fatto la domanda giusto per farla!

Anche il tono della voce è importante: mantenete un tono vivace, alto; inoltre non usate un linguaggio troppo tecnico o accademico.

– Ci sono, inoltre, delle tipiche domande che vi potrebbero fare, quindi perché non prepararsi in anticipo!

Ad esempio, vi potrebbero chiedere cosa vi ha spinto a inviare il curriculum, perché il selezionatore dovrebbe scegliere proprio voi, quali sono i vostri punti di forza e quali i punti deboli, i propri limiti, cosa ci aspettiamo da quel tipo di lavoro, quali le prospettive di guadagno, ma anche il proprio grado di conoscenza di lingue straniere, la capacità di lavorare in squadra e di avere rapporti interpersonali…

– Insomma, durante il colloquio di lavoro, cercate il più possibile di essere voi stessi..!



due donne al collloquio di lavoro esaminano in CV



In breve:

  • Nel colloquio siate naturali.
  • Mostratevi interessati e informati su quello di cui parlate.
  • Siate pronti a qualsiasi tipo di domanda, anche non propriamente attinente al lavoro cui ambite.






Realizzare curriculum
Compilare un CV
Come cercare lavoro on-line


© riproduzione riservata