Gioco d’azzardo e casinò in Italia e nel Mondo

Certamente avete anche avuto l’idea di giocare al Casinò!gioco d'azzardo: carte, roulette dadi

Forse a qualcuno è capitato di intrattenersi per un caffè in uno di quei bar, in genere piccoli e periferici, che ospitano un videopoker.

Sono quelle macchinette grigie e tristi che emulano, in maniera sbiadita e dimessa, le ben più fascinose slot machine di stampo americano. Monitor incastonati in un piccolo cassone, sui quali fanno mostra di sé, in una grafica scarna e dilettantesca, tutte le possibili varianti del gioco d’azzardo: poker, blackjack, dadi, roulette.



Da quì nasce l’idea che un giorno provare la fortuna in un vero Casinò.

Le Slot Machine

Poco importa la formula e la scenografia adottata: ancor prima di far scattare il più ovvio e condiviso dei giudizi etici, viene da chiedersi come qualcuno possa riporre una qualche fiducia nell’interazione che un oggetto simile propone.

Va da sé che non vi è meccanismo al mondo che non possa essere manipolato, complesso o semplice che sia: Arsenio Lupin e James Bond ci hanno raccontato mille volte di come magneti abilmente piazzati o “croupier prestidigitatori” possano consentire l’allestimento di truffe colossali.

Eppure, chiunque abbia un minimo di dimestichezza con il “digitale”, sa bene come l’elemento distintivo di un computer, quale che sia la sua incarnazione pratica, consista nell’eseguire il compito assegnatogli: fare, cioè, quello che gli viene “detto” di fare. Certo, ci sono i controlli, i permessi, i visti, i sigilli e, nonostante il quotidiano sequestro di macchinette manomesse, vogliamo convincerci che la stragrande maggioranza dei videopoker danneggino i loro utenti in maniera assolutamente corretta e lecita.

Faranno lo stesso anche i “casinò on-line” che furoreggiano su Internet?

Difficile dirlo.

I presupposti sono però perlomeno ambigui, a cominciare dal fatto che, sebbene in Italia siano fuorilegge, tutti possono farne (e ne fanno) libero uso. Sì, perché il biscazziere elettronico è virtualmente intoccabile.



Se si eccettua qualche sparuta iniziativa nostrana “fatta in casa” (che non è sfuggita alle manette), la quasi totalità dei casinò virtuali che sovrappopolano Internet hanno infatti residenza legale in uno dei tanti paradisi giuridico-fisicali sparsi tra i tropici e l’equatore: repubbliche semisconosciute, staterelli coloniali e isolette esotiche che odorano ancora di dialer e nelle quali, secondo il comune immaginario, un dittatore sudaticcio potrebbe fumare il sigaro in attesa di conquistare il mondo.

Honduras, Antigua, Barbados, Macao, Malesia, Redonda, Moldavia, ma anche le Isole Cayman e l’Isola di Man.

Tutte località in cui non solo i casinò possono godere di esenzioni fiscali e di controlli pressoché inesistenti, ma dalle quali possono soprattutto rendersi accessibili agli utenti di paesi in cui il gioco d’azzardo è fuorilegge (vedi il nostro) senza dover soggiacere alla legislazione locale e alle sue sanzioni. Tanto per esemplificare si pensi che alcuni tra i più “blasonati” casinò virtuali hanno stabilito la propria residenza in Canada, nella “notissima” Kahnawake, una… riserva indiana!



Le autorità canadesi hanno da tempo sancito l’illegalità del gioco d’azzardo on-line, ma non possono imporre le proprie leggi nelle comunità indiane. Così i “guerrieri Mohawk”, che in quella riserva abitano, possono incrementare il proprio modesto PIL vendendo licenze per il gioco d’azzardo e “attestati di onestà” al miglior offerente.

Decisamente più redditizio che smerciare tamburelli, tappeti o calumet.

Eh sì, il vero poker d’assi in mano a questi signori è rappresentato soprattutto dalla loro faccia tosta. Molte di queste società si fanno “certificare” (o più semplicemente consigliare) da società e associazioni altrettanto virtuali e sconosciute.

Oppure inseriscono nei propri siti affermazioni del tipo “questo casinò è pienamente autorizzato dal governo di Antigua e Barbuda”: non c’è che dire, una garanzia incontestabile!

Eppure la gente gioca, perde e si rovina secondo un meccanismo che equivale a telefonare a uno sconosciuto, scegliere un numero e, dopo aver udito il rumore di dadi che rotolano attraverso la cornetta, sentirsi dire “Mi spiace, non è uscito”.

Fortunatamente dinanzi all’assurdo trarre una morale è quanto mai semplice. Come dicono gli esperti antitruffa dell’FBI, “non giocate mai i vostri soldi in un casinò virtuale: se è disonesto, avrete salvaguardato i vostri risparmi; se è onesto, avrete salvaguardato i vostri risparmi”.

Un casinò on-line è un luogo che offre il gioco d’azzardo, l’accesso è regolato, anche se le disposizioni di controllo di identità variano da paese a paese.

 

 

I principali casinò del mondo

 

Casinò in America – Stati Uniti

La capitale del gioco d’azzardo è Las Vegas (Nevada), ma altre città sono meta preferita degli scommettitori del gioco d’azzardo come Atlantic City (New Jersey), Biloxi (Mississippi) e Reno (Nevada). Il Casinò de Montréal è il più grande del Canada, il più piccolo è Caesars Windsor.

 

Casino in Asia

La nuova capitale mondiale del gioco d’azzardo, Macao è in piena espansione: negli ultimi anni, la penisola cinese attrae investitori da Las Vegas che aspirano alla conquista del mercato cinese e asiatico.

 

Casinò in Europa

Il più grande casinò si trova a Estoril in Portogallo, a 18 km da Lisbona .

Le città più interessanti per i giocatori d’azzardo sono Londra e Montecarlo ( Casinò di Monte Carlo , il più grande casinò nel principato).

 

Casinò in Italia

Ci sono solo 4 casinò sul tutto il territorio nazione, presenti nel Nord Italia si trovano nelle città di Campione, Saint Vincent, Sanremo  e Venezia.
Casino Campione Italia

Casinó Municipale di Campione d’Italia
Piazzale Milano, 2 22060 Campione d’Italia (CO)
Tel. 0041/916401111
Fax 0041/916401112
Numero verde 00800-80077700
Sito web casinocampione.it

 


Casinò di Sanremo

Casinò di Sanremo
Corso degli Inglesi, 18, 18038 Sanremo IM
Tel. 0184/5951
Fax 0184/531882
Sito web casinosanremo.it

 


logo casinò saint vincent

Casinò di Saint-Vincent
Viale Piemonte, 72 11027 Saint-Vincent, Valle d’Aosta
Tel. 0166/5221
Fax  0166/522477
Sito web saintvincentresortcasino.it

 


logo casino venezia

Casinò di Venezia
Sestriere Cannareggio, 2040, 30121 Venezia
Tel. 041/5297111 (centralino)
Fax  041/5297132
Sito web casinovenezia.it

 

Il gioco d’azzardo porta alla dipendenza

Le persone che si dedicano a questi giochi possono sviluppare una forte dipendenza  al gioco, in particolare alle scommesse.

La psicopatologia che si chiama patologia da gioco d’azzardo, regolamenta diverse leggi da rispettare, che variano in base la località della casa del gioco. Tra le varie regolamentazioni, troviamo il divieto d’ingresso alle persone che non siano maggiorenni.

In pratica l’ingresso è consentito solo per le persone con una carta d’identità valida e che siano maggiorenni. L’età può variare in alcuni paesi, come ad esempio: Negli Stati Uniti possiedo diritto tutti coloro che possiedo 18 o 21 anni (a discrezione del casinò), in paesi come in Liechtenstein è richiesta un’età non inferiore ai 25 anni, in Svizzera 18 e in Germania 18 (se accompagnato da un’altro adulto) oppure 21 anni per un’ingresso singolo).

I casinò possono avere all’interno del personale autorizzato a sostenere e guidare le dipendenze da gioco d’azzardo e consigliare come procedere al recupero.

Scopri i migliori software per vincere al SuperEnalotto

Potrebbero interessarti anche...