Cambiare antenna del router wi-fi

Avete verificato che il segnale Wi-Fi è scarso ?

Potete potenziarlo sostituendo le antenne originali del router o della scheda del computer, se sono esterne e removibili.

Ogni antenna ha quattro caratteristiche tecniche importanti: la frequenza di lavoro, il guadagno, il tipo di emissione e il tipo di connettore con cui si collega al router.



La frequenza di lavoro deve essere identica a quella del router: oltre alla gamma ISM a 2,4 GHz esiste la nuova gamma di frequenze a 5 GHz, che ha bisogno di antenne differenti. Il guadagno è un numero che quantifica l’aumento della potenza del segnale.

È espresso in dBi, che è un’unità di misura logaritmica. Un aumento di 3 dBi del guadagno significa che la potenza del segnale aumenta di 10 volte: le antenne standard hanno un guadagno compreso tra 2 e 5 dBi.

Il tipo di emissione è una caratteristica molto importante.

Quale antenne Wi-fi utilizzare

Le antenne con il guadagno più alto sono direttive, cioè convogliano il segnale in una sola direzione.

Antenne di questo tipo sono facilmente reperibili, ma in Europa è illegale usare quelle con guadagno superiore a circa 5 dBi collegate ad un router con potenza standard, perché davanti a queste antenne l’intensità del segnale radio supera il limite di legge di 100 mW EIRP (20 dBm).

È un valore molto basso (un ventesimo della potenza massima irradiata da un telefono cellulare GSM in funzione) per evitare interferenze con router vicini ed emissioni su strade e aree pubbliche, che in Italia devono essere autorizzate dal Ministero delle Telecomunicazioni e sono soggette al pagamento di una tassa annuale.

antenna router wi-fi

Se non volete correre il rischio di pagare multe salate, non tentate di condividere una connessione Internet tra edifici separati da strade pubbliche e non installate gli amplificatori elettronici (booster) di segnale Wi-Fi, che sono legali solo in USA e altri paesi extraeuropei.



Comunicazione Wi-Fi

Poiché la comunicazione radio Wi-Fi è bidirezionale, quando installate l’antenna direttiva sul router per superare distanze elevate o contrastare l’attenuazione del segnale, quasi sempre dovrete installarne una identica sulla scheda Wi-Fi del computer, puntandola verso il router.

Se lasciate sul computer l’antenna standard, il computer riesce a ricevere il segnale del router, ma il router non riceve il segnale del computer e la comunicazione non si stabilisce.

Le antenne direttive sono poco compatibili con la modalità di trasmissione MIMO, quindi prima di applicarle aprite il Pannello di controllo del router per disattivare la modalità 802.11n MIMO: configurate la sezione radio per lo standard 802.11b oppure 802.11g, con cadenza massima dei dati a 54 Mbps.



Quando il router ha attacchi per più antenne basta sostituirne una sola, ma fate attenzione: nei modelli senza tecnologia MIMO un’antenna è ricevente e l’altra è ricetrasmittente. Se per errore cambiate l’antenna che è solo ricevente, il segnale radio che arriva al computer resta debole. Il tipo di connettore usato dall’antenna oggi è standard e uguale per tutti i produttori, mentre in passato ogni modello di router Wi-Fi usava connettori diversi.

Se dovete far passare il segnale tra piani diversi dello stesso edificio, bisogna contrastare l’attenuazione causata dalle strutture dei pavimenti.

Potete aggirare il problema con poca spesa installando il router all’esterno, per esempio su un balcone, chiuso in una cassetta di plastica stagna per impianti elettrici, protetta dai raggi diretti del sole.

Mantenete lo stilo delle antenne orizzontale, e come antenna ricevente utilizzate un modello USB oppure un altro  configurato come ripetitore o bridge. Installatelo all’esterno, se necessario, e assicuratevi che il segnale Wi-Fi non debordi su strade pubbliche.

Analizzatore di spettro

analizzatore di spettro wi-spy

L’analizzatore di spettro rivela la presenza delle interferenze e misura la potenza del segnale Wi-Fi

L’analizzatore di spettro è molto utile per diagnosticare i problemi della connessione Wi-Fi e valutare l’efficacia di antenne e router. Uno dei modelli più facili da usare è Wi-Spy, prodotto da Metageek (metageek.net) e distribuito anche in Italia da rivenditori secializzati sul Web.

Assomiglia a una normale scheda Wi-Fi USB, ma non serve per collegarsi a un access point. Una volta collegata al PC, è riconosciuta solo dal software speciale predisposto da Metageek, che visualizza in più modi i segnali captati dall’antenna removibile.

Ogni sorgente radio è mostrata sul grafico con colori e forme che identificano la sua natura, quindi è facile scoprire se esistono interferenze con telecomandi, ripetitori video o access point mal configurati e quali canali radio utilizzano.

Grazie alla calibrazione della scala si misura il guadagno delle antenne e si regola l’orientamento, mentre un diagramma speciale mostra l’andamento della potenza del segnale nel tempo:muovendosi nella zona coperta dal router, è facile scoprire le zone d’ombra.

Potrebbero interessarti anche...